Circolare 228

Comunicazione N° 228: Simulazione prova di evacuazione dell’edificio scolastico (con preavviso)

22 marzo ore 10,30 circa

Alberto Rocchi

Dirigente Scolastico

A tutto il Personale

                                                                 Agli alunni

                                                                 Alle famiglie (tramite sito web)

 

Oggetto: SIMULAZIONE PROVA DI EVACUAZIONE CON PREAVVISO

Si comunica che il giorno 22 marzo 2024 alle ore 10,30 circa  ,  si procederà alla simulazione di una emergenza terremoto con successiva evacuazione dell’edificio scolastico.

Il segnale di allarme (suono della campanella intermittente per 60 secondi) in questo caso simulerà la scossa tellurica: tutto il personale dovrà svolgere all’interno delle aule o dei laboratori in cui si trova le azioni  previste per l’emergenza terremoto indicate all’interno della procedura di emergenza  allegata  alla presente comunicazione.

Successivamente  sarà diffuso il segnale di evacuazione dell’edificio (attraverso il sistema di segnalazione sonoro presente all’interno dell’Istituto) e solo in corrispondenza di tale segnale ci si dovrà recare presso i luoghi di raccolta seguendo   i percorsi di esodo segnalati sulle cartine affisse nelle singole classi e nei corridoi.

N.B. Per il Punto di raccolta N° 1 è  consentito restare all’interno del cortile scolastico.

Successivamente dovranno essere seguite tutte le indicazioni contenute nella procedura di emergenza  allegata.

Si raccomanda agli addetti alla squadra di emergenza,  ai docenti e agli alunni con ruolo particolare (aprifila, chiudi fila, aiuto agli alunni con difficoltà) di verificare in classe la procedura da seguire.

Al termine dell’evento, sempre identificato dal sistema sonoro di allarme, gli alunni rientreranno in classe per proseguire il normale svolgimento delle lezioni

Si raccomanda di porre particolare attenzione rispetto ai seguenti punti:

  1. Non uscire dalle aule al segnale di allarme: si deve uscire dalle aule solo in conseguenza del segnale di evacuazione;
  2. L’ultimo alunno (chiudifila)  che esce dall’aula deve chiudere la porta dell’aula alle sue spalle;
  3. I coordinatori di piano devono disattivare l’impianto elettrico generale del piano e, dopo avere controllato l’assenza di persone all’interno, chiudere le porte delle aule e dei servizi igienici che sono rimaste aperte
  4. Gli assistenti tecnici devono chiudere eventuali valvole di adduzione gas presenti nei laboratori di propria pertinenza
  5. Nei punti di raccolta ogni classe deve disporsi in modo ordinato (in fila per due)
  6. Nel punto di raccolta N° 1 (piazzale di ingresso) occorre lasciare libera la fascia centrale delimitata da strisce gialle e non addossarsi troppo all’edificio;
  7. Gli assistenti amministrativi e tecnici non impegnati  in altre procedure devono collaborare   nella raccolta dei moduli di evacuazione e consegnarli al responsabile del punto di raccolta.
  8. I  docenti al suono dell’allarme devono contare i presenti all’interno della propria aula e trascrivere immediatamente il numero sul modulo di evacuazione; è rispetto a tale numero che dovranno controllare il numero di presenti nel luogo di raccolta;
  9. Oltre il cartello con l’indicazione dell’aula, L’unico modulo che deve essere compilato è il modulo di evacuazione: non scrivere sugli altri moduli (non mettere assente/presente sugli elenchi)
  10.  Al termine dell’esercitazione i docenti provvederanno a riposizionare la cartella di evacuazione  nel luogo dove l’hanno prelevata.

E’ affidato ai docenti di educazione fisica il compito di  far conoscere agli alunni  le procedure operative connesse alla gestione delle emergenze allegate alla presente e disponibili sul sito di Istituto. E’ auspicabile svolgere delle miniesercitazioni per ogni singola classe.

L’azione  di formazione dovrà essere completata entro e non oltre il giorno 15 marzo 2024.

Per la positiva riuscita della prova è necessaria la collaborazione di tutti.

 

 

 

 

 

  • Una volta terminate le scosse telluriche, gli Addetti antincendio, senza mettere a rischio la loro incolumità, si accerteranno con cautela che le vie d’esodo siano integre e fruibili comunicandone l’esito al Responsabile dell’ordine di evacuazione per la decisione di evacuare l’edificio.

 

Documenti

Circolari, notizie, eventi correlati

Scarica la nostra app ufficiale su: